CGIL Funzione Pubblica Napoli

Vai ai contenuti

Menu principale:

Comune di Napoli

Comune di Napoli

La grande farsa delle P.O.

30.03.2015

Prot.219/2015/AALL

Napoli,30/03/2015                                   


Al Sindaco 

All’ Assessore al Personale

Al Direttore Generale

A tutti i lavoratori del Comune di Napoli


LA GRANDE FARSA DELLE P.O.

E’ appena andata in onda l’ultima puntata della grande farsa delle P.O. Un sistema semplicemente ridicolo e vergognoso quello proposto dal Comune di Napoli… Un sistema che non tiene in debito conto le competenze e le professionalità delle lavoratrici e dei lavoratori per la loro assegnazione, ma sembra tutto un mercanteggiare. Infatti, in una  prima fase l’Amministrazione ha avviato il procedimento di rilevazione delle competenze, delle esperienze professionali e dei titoli posseduti dai dipendenti. Successivamente, sono state invitate le strutture apicali ad istituire le posizioni, sulla base di contingenti unilateralmente assegnati con Deliberazione di Giunta n. 1020 del 30/12/14, creandone altresì la profilatura. A conclusione dell’iter si chiede ai dipendenti (anche se a molti questa richiesta non è mai pervenuta) di presentare la propria candidatura per una o più posizioni della propria direzione tra quelle per le quali è possibile candidarsi. Peccato che avendo chiesto prima i dati sui potenziali aspiranti si siano già preconfezionati tanti “abiti su misura”. A seconda di chi si voleva favorire si sono create le profilature e i relativi criteri per le graduatorie. Molto più logico e corretto sarebbe stato istituire prima le P.O., profilarle e poi chiedere i “curriculum” dei pretendenti. Oggi, invece, ci troviamo di fronte a situazioni grottesche… Ne vogliamo elencare alcune:

• lavoratori che svolgono le medesime attività in municipalità diverse ma in una è prevista la PO per quel carico di lavoro ed in un’altra, invece, non è prevista;

• dipendenti di categoria D che si trovano in direzioni nelle quali per le proprie competenze non possono presentare candidatura per nessuna PO, né possono presentarla in un’altra direzione, anche se volessero;

• posizioni organizzative per le quali è richiesto un determinato titolo di studio e dipendenti col titolo di studio superiore (anche più attinente alle mansioni da svolgere) che non possono candidarsi per tale PO;

• alte professionalità per le quali non è richiesto come titolo di studio il diploma di laurea (invece da prevedere obbligatoriamente);

• infine, si vocifera di posizioni organizzative che sarebbero destinate agli assessorati. E’ bene chiarire fin da ora che è giusto che i dipendenti che lavorano presso gli assessorati possano candidarsi per le PO ma, se risultano aggiudicatari delle stesse, devono lasciare gli assessorati ed andare a ricoprire le funzioni previste nei profili delle PO nei vari Servizi.

NOI LO AVEVAMO DETTO!!!! L’assoluta mancanza di trasparenza sull’intera procedura porta a questi orrori. La CGIL FP, coerentemente con la propria decisione di non firmare l’accordo per l’anno 2014, assunta responsabilmente anche per questi motivi già denunciati in sede di delegazione trattante; farà tutto il possibile affinché non sia perpetrata l’ennesima offesa per i lavoratori del Comune di Napoli e chiede sin da ora la sospensione delle procedure per il conferimento degli incarichi di P.O. e contestualmente un immediato tavolo di confronto.

A tal fine ci viene naturale citare l’affermazione fatta da Rodotà :” Ciò che va bene per  i lavoratori va bene per il Paese”


Il Coord. del Comune di Napoli                      Le RSU                          Il Segretario Generale

                   Francesca Pinto                                   di riferimento                  Salvatore Massimo



 

Per maggiori dettagli, leggere l'allegato.

 
 
 
 
 
 

Riapertura progressioni

01.04.2015

Prot.230/AALL/2015

Napoli, 01/04/02015

 

                                                                                                       

Al Sindaco 

All'Assessore al Personale

Al Direttore Generale

A tutti i lavoratori del Comune di Napoli


CHE FINE HANNO FATTO LE PROGRESSIONI VERTICALI


Agli inizi di dicembre, dopo un complicato percorso, tra promesse, ripensamenti e ricorsi, si sono svolte finalmente, dopo più di 4 anni, le prove per le progressioni verticali.  Anche quelle date sono state inizialmente turbate da alcuni episodi che hanno messo a rischio l'espletamento di un concorso tanto atteso da migliaia di dipendenti; ma in quel caso l'amministrazione e la volontà della stragrande maggioranza dei lavoratori ha fatto sì che almeno quella fase si concludesse, con la speranza che presto sarebbero state pubblicate le graduatorie e negli anni 2015 e 2016 i vincitori sarebbero stati inquadrati nelle nuove qualifiche, come sancito nella Delibera di G.C. n° 670/2014.

Ad oggi però, a circa quattro mesi da quelle prove, non si sente più parlare di progressioni e l'amministrazione non procede con la correzione degli elaborati, nonostante non ci sia nessun atto  ufficiale che abbia sospeso la procedura.

E' vero qualcuno dirà che c'è stata la determina del 17/12/2014 della Commissione per la Stabilità Finanziaria degli Enti Locali con la quale non si approvavano le progressioni verticali e la Delibera di GC n°670/2014, ma è anche vero che contro quell'atto i dipendenti hanno prodotto un nuovo ricorso , un ricorso per motivi aggiunti, ed uno presentato anche autonomamente dalla CGIL; ciò ha indotto l'Amministrazione Comunale a costituirsi ad adiuvandum in tali giudizi, sembrerebbe al fianco dei dipendenti.  E poi …...

E' calato un colpevole silenzio

L'amministrazione ha anche modificato nel frattempo la Delibera di GC n°670/2014, non approvata dalla Commissione, lasciando intendere che essa sia ancora valida ed efficace comprese le progressioni verticali.

Ed allora chiediamo,  al Sindaco che da sempre afferma di essere al fianco dei lavoratori, 

perché non si procede con le correzioni degli elaborati?

si attende forse l'esito dei ricorsi che si avrà il 16 aprile?

si attende che ci sia una nuova guerra tra i dipendenti dell’Ente , una volta la possibile decisione di un Tribunale produca pericolosi annullamenti?

Riteniamo  che il Sindaco  debba  assumersi la responsabilità delle proprie decisioni, senza che sia un Tribunale a decidere al suo posto, esautorando un potere conferitogli anche dai lavoratori del Comune di Napoli, in quanto cittadini ed elettori.

E' per questo che la CGIL, coerentemente con le decisioni che lei sola ha assunto su questo tema al fianco dei lavoratori, mettendoci la faccia, chiede che senza indugio si dia seguito alle correzioni degli elaborati e si pubblichino le graduatorie per far sì che i lavoratori vedano riconosciuto il loro legittimo diritto ad un'opportunità di carriera sino ad oggi negata.  

Napoli, 31/03/2015

     Il coord. del Comune di Napoli                Le RSU                                Il Segretario Generale

         Francesca Pinto                             di riferimento                              Salvatore Massimo



 

Per maggiori dettagli, leggere l'allegato.

 
 
 
 
 
 

Conforme assegnazione incarichi posizioni organizzative

02.04.2015

 

Per maggiori dettagli, leggere l'allegato.

 
 
 
 
 
 

Disagio lavorativo dipendenti servizio Progettazione Realizzazione e Manutenzione del Patrimonio Comunale

07.04.2015

 

Per maggiori dettagli, leggere l'allegato.

 
 
 
 
 
 

Sospensione conferimento P.O.

07.04.2015

 

Per maggiori dettagli, leggere l'allegato.

 
 
 
 
 
 

Le posizioni Organizzative

16.04.2015

 

Per maggiori dettagli, leggere l'allegato.

 
 
 
 
 
 

L'etica delle strumentalizzazioni

21.05.2015

 

Per maggiori dettagli, leggere l'allegato.

 
 
 
 
 
 

Richiesta D.T.

09.06.2015

 

Per maggiori dettagli, leggere l'allegato.

 
 
 
 
 
 

Richiesta di proroga dei termini di presentazione delle domande di iscrizioni degli asili nidi e richiesta urgente di incontro

05.06.2015

 

Per maggiori dettagli, leggere l'allegato.

 
 
 
 
 
 

richiesta urgente incontro scuole

15.06.2015

 

Per maggiori dettagli, leggere l'allegato.

 
 
 
 
 
 

richiesta di incontro inerente tassa di iscrizione agli albi professionali

03.06.2015

 

Per maggiori dettagli, leggere l'allegato.

 
 
 
 
 
 

Ricorso TAR Maestre Comune di Napoli

09.07.2015

Comunicati CGIL - UIL


 

Per maggiori dettagli, leggere l'allegato.

 
 
 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu